Scrittura per il web Progetti editoriali Traduzioni Mi presento it Italianoen English
dizionario

4 criteri per scegliere il miglior dizionario per la scuola primaria

Solitamente, il primo dizionario viene acquistato il terzo anno della scuola primaria. Spesso sono gli insegnanti a consigliarne uno o più in particolare, ma… se non è così, quali sono i criteri da tenere presente?

Il primo dizionario d’italiano deve essere aggiornato

La lingua evolve e non credo sia corretto consegnare a un bambino della scuola elementare un vocabolario obsoleto. Nel suo primo dizionario d’italiano un bambino deve poter trovare le parole di Internet e tutti quei neologismi che fanno parte del suo linguaggio, del suo mondo. Io, per mia figlia, ne ho scelto uno aggiornato a maggio 2015, ma va bene anche un’edizione di un paio d’anni fa, l’importante è non acquistare un dizionario aggiornato dieci anni fa o oltre. Va benissimo anche una nuova edizione del 2014 o del 2013, ma eviterei prodotti aggiornati dieci anni fa e oltre.

Il primo dizionario d’italiano deve avere un formato adatto al bambino

Il vocabolario d’italiano di un bambino della scuola elementare deve essere maneggevole e leggero. In realtà, sotto questo aspetto mi sono sembrati quasi tutti molto soddisfacenti. Mi sarebbe piaciuto trovarne uno con la copertina rigida, ma ho notato che i più nuovi hanno quasi tutti quella flessibile.

Il primo dizionario d’italiano deve essere completo e idoneo all’età

Un buon primo dizionario d’italiano dovrebbe contenere la divisione in sillabe, esempi sull’uso delle parole e qualche nota di approfondimento grammaticale. Dovrebbe, inoltre, essere scritto in maniera semplice e comprensibile per un bambino di terza elementare ma, allo stesso tempo, completo. In commercio ci sono prodotti bellissimi, c’è l’imbarazzo della scelta. Naturalmente, mi riferisco a vocabolari di qualità, prodotti dalle migliori case editrici,; mettiamo nelle mani dei nostri figli strumenti di qualità, non compriamo il primo vocabolario d’italiano in un discount. In fondo, i prezzi sono contenuti. Quello di mia figlia, che è fatto veramente bene, è costatato circa  12 €. Il prezzo di copertina era leggermente più alto, ma sul Web, sui siti specializzati, non è difficile trovare uno sconto del 15/20%.

Il primo dizionario d’italiano deve avere un bel progetto grafico

Forse non è proprio l’aspetto principale, ma un progetto grafico moderno e accattivante, colorato e divertente può rendere più semplice la consultazione e invogliare il bambino a usarlo più spesso. Io, per mia figlia, ne ho scelto uno con i lemmi in rosso e la descrizione in nero e con con box di approfondimento su sfondo grigio.

Molti vocabolari d’italiano per la scuola primaria hanno anche in versione digitale, quindi questa è un’altra opzione possibile. Anche se, personalmente, preferisco ancora la carta…

 

2 pensieri riguardo “4 criteri per scegliere il miglior dizionario per la scuola primaria”

    1. Ho scelto il Nuovo Devoto Oli Junior e devo dire che mi è piaciuto molto e che mia figlia l’ha usato moltissimo. L’ articolo risale a due anni fa e forse oggi ne trovi qualcuno ancora più aggiornato. Questo, comunque, è ancora attualissimo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *